The FINA wiki is currently being maintained. You can safely read all content, but please don't edit anything here!

Antonio Agustin - Fulvio Orsini - 1561-10-30

From Fina Wiki


Antonio Agustin - Fulvio Orsini - 1561-10-30
FINA IDUnique ID of the page  1021
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Antonio Agustin
RecipientRecipient of the correspondence. Fulvio Orsini
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . October 30, 1561 JL
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Trento 46° 3' 59.11" N, 11° 7' 32.74" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Alessandro Sertori, Andrea Loredan
LiteratureReference to literature. Agustin 1772, Opera Omnia, vol. VII, Lettre XXVII, p. 2461
KeywordNumismatic Keywords  book, casts, muses, forgeries, perseus, macedonia, greek, roman republican, demetrius
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia https://books.google.be/books?id=2UdBOCGPLTkC&printsec=frontcover&hl=fr&source=gbs ge summary r&cad=0#v=onepage&q&f=false
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

Lettre du 30 octobre 1561 (de Trente): "Molto Magn. Sig. Fulvio. Erami smenticato di rispondere alla vostra delli XV. benche hò scritto al mio [α] Martino sopra la cosa delle medaglie che son più vostre che mie, e li libri altresì. Hò gran piacere che siate giunti in Roma nelle vostre delicie di amici e libri & antiquità. Il Conte Sertorio mi mandò un gettito di quelle tre medaglie che vi scrissi della Musa, & Hispania, e M. Catone. L’Ercole è bello e non mi parse allora moderno. Non viddi io quelle Consulari del Loredano, ma le Greche sono admirande. Havrò à caro che veniate à vederle con molte cose da barattare. Il Perseo mio è assai bello, ma il Demetrio è perfettissimo, con un Nettuno nudo di roverso singolare. Le medaglie d’oro Consolari mi piaceranno tutte quante, e la Statua equestre di Augusto, e pigliatele, conservatele per me, che vi sarò obligato. Della tavola delle Tribù, aspetto con desiderio che mi mandate la copia. A Monsign. Illustriss. basio la mano, & a V. S. mi raccomando. Da Trento il dì XXX. di Ottobre del LXI" (Agustin 1772, Opera Omnia, vol. VII, Lettre XXVII, p. 246).

References

  1. ^  Agustin, Antonio (1772), Opera Omnia, Quae multa adbibita diligentia colligi potuerunt. Volumen Septimum, Lucae.