Antonio Agustin - Onofrio Panvinio - 1557-1-16

From Fina Wiki


Antonio Agustin - Onofrio Panvinio - 1557-1-16
FINA IDUnique ID of the page  1043
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Antonio Agustin
RecipientRecipient of the correspondence. Onofrio Panvinio
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . January 16, 1557 JL
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Rome 41° 53' 41.28" N, 12° 29' 7.22" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Paolo Manuzio, Benedetto Egio, Achille Maffeo
LiteratureReference to literature. Andrés 1804, Lettre I, p. 253-2541
KeywordNumismatic Keywords  aurelianus, zenobia, justinian, roman, theodora, vaballathus
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia https://archive.org/details/bub gb bmg74YFCvlIC/page/n425/mode/2up
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

Lettre du 16 janvier 1557 (de Rome): Post scriptum: "Mastro Paolo vostro (Manuzio) ha una medaglia di bronzo di Aureliano, che ha nel rovescio una faccia d’un giovane laureato e togato con queste lettere VALABATHVS VCRIIVIDR. Io ho pensato che sia costui figliuolo di Zenobia, il quale Spartiano chiama Balbatus, e in un libro antico dice Babalatus. Le altre lettere desidero intendere che significano. Per certe altre parole di quell’autore dubitai se fosse Ulpio Crinito convenendosi ancora quel VCRI; pure mi par più chiaro quel altro nome, e la faccia di giovene più convenirsi all’altro, perchè Crinito era di assai età. Se vi soviene altro, datemi avviso. Meser Achile Mafeo e M. Benedetto Egio mi hanno mostro un Giustiniano d’oro con una Vittoria dietro con queste lettere VICTORIA AVGGG. Dubitiamo che siano tre Augusti. Io penso che siano Giustino II e Thodora Augusta ovvero Sophia. Se sapete altro avvisateci. Il CONOB. ovvero COMOB. che si vede in molte medaglie d’oro penso che significhi Constantinopoli Obryzatus solidus, ovvero Comanis Obrizatus, secondo il luogo dove fu battuto, ed ho certe leggi di imperatori bassi, che mostrano di quel obryzato doversi fare le monete d’oro migliori con la faccia imperiale. Questi sono gli nostri trastulli dum licet. Iterum vale" (Andrés 1804, Lettre I, p. 253-254).

References

  1. ^  Andrés, Juan (1804), Antonii Augustini Archiepiscopi Tarraconensis, Epistolae Latinae et Italicae nunc primum editae a Joanne Andresio, Parmae.