Apostolo Zeno - Andrea Cornaro - 1723-9-14

From Fina Wiki


Apostolo Zeno - Andrea Cornaro - 1723-9-14
FINA IDUnique ID of the page  6700
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Andrea Cornaro
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . September 14, 1723
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Vienna 48° 12' 30.06" N, 16° 22' 21.00" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Giacomo Soranzo, Gian Domenico Tiepolo
LiteratureReference to literature. Zeno 1752, lettre n° 144, p. 283-2841, Zeno 1785, vol. III, Lett. 601, p. 3822, Tomassoni 2021, p. 124, note 4273
KeywordNumismatic Keywords  roman, valens, coin price, exchange, duplicates, coin weight, gallienus
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 14 sept. 1723 (de Prague) : « Il bel museo de di medaglie trovate in casa Soranzo sarà quello probabilmente, che già cento e più anni fu raccolto da un Giacomo Soranzo, senatore studiosissimo di si fatte cose. Il sig. Giacomo Soranzo figliuolo del vivente proccuratore è gentiluomo amantissimo dele buone lettre, e raccoglitore di ottimi libri : onde non sarà cosi semplice a lasciarsi uscire di mano, e di casa per poco un si fato tesoro » ; « Riverite a mio nome l’eccmo sig. Gio. Domenico Tiepolo, e ditegli che non mi sento in disposizione di privarmi del mio medaglione di Valente in oro per meno di cento ungheri. Sessanta due volte ne ho rifiutati. Risolvendomi di darlo, anteporrei a ugual prezzo Sua Eccelenza ad ogni altro. Anzi per facilitargliene l’acquisto, mi offerisco di rilasciarglielo per 100 ungheri in questa maniera; Cinquanta sieno in contanti, e gli altri cinquanta in alter medaglie d’oro, o d’argento sclete dal numero delle tante duplicate che e’tiene. I giorni passati comperai qui un altro bel medaglione d’oro di peso di quarto ungheri, con la testa di Galleno da una parte, e dall’altra con un Ercole con clava, e pelle di lione, e la leggenda Virtus Gallieni Augusti » (Zeno 1752, lettre n° 144, p. 283-284; Zeno 1785, vol. III, Lett. 601, p. 382; Tomassoni 2021, p. 124, note 427).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo (1752), Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo. II, Venice.
  2. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  3. ^  Tomassoni, Roberto (2021), La collezione numismatica di Apostolo Zeno, PhD, Venice.