Apostolo Zeno - Gian Domenico Bertoli - 1732-4-28

From Fina Wiki


Apostolo Zeno - Gian Domenico Bertoli - 1732-4-28
FINA IDUnique ID of the page  10870
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Gian Domenico Bertoli
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . April 28, 1732
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Padua 45° 24' 27.79" N, 11° 52' 24.42" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation.
LiteratureReference to literature. Zeno 1785, vol. IV, Lett. 782, pp. 334-3351, Tomassoni, p. 157, note 5362
KeywordNumismatic Keywords  coin price, collection price, coin cabinet (acquisitions)
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 28 avril 1732 (de Paoue): “In questa città di studio e di quiete, ove è da più di un mese, che assai tranquillamente in compagnia di dotti amici soggiorno, ricevo lo stimatissimo foglio di V. S. Illma, al quale egli è oramai tempo ch’io dia la dovuta risposta. Mi è stato assai caro d’intendere che le sia capitata l’altra mia con l’avviso dell’esborso da me fatto delle L. 70. in pagamento delle due medagliette d’oro mandatemi da lei; (…) Quanto alle medaglie del Sig. Canonico Alugara, cui fo divotissima riverenza, elleno sono rimaste in Venezia, e io stava in attenzione di sapere in qual prezzo il padrone loro le avesse. Non è mio costume di offerir mai pagamento, senza prima intendere la dimanda: ma poiché V. S. Illma con tanta bontà mi si esibisce per mediatore, le dirò sinceramente, che per esse non mi sento di spendere più di cinque zecchini: prezzo che in questi tempi, ove i compratori son sì radi e sì stittici, difficilmente sarà esibito da altri. Credo che il Sig. Canonico ne potrà e ne dovrà essere pienamente contento: il che quando pure non fosse, lascio a disposizione di lei l’offerirgli un zecchino di più, e stabilire il contratto. Il danaro sarà da me prontamente contato a norma dell’ordine, che me ne venga; ovvero le medaglie saranno fedelmente restituite” (Zeno 1785, vol. IV, Lett. 782, pp. 334-335; Tomassoni, p. 157, note 536).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  2. ^ Tomassoni