Apostolo Zeno - Gian Domenico Bertoli - 1734-1-8

From Fina Wiki


Apostolo Zeno - Gian Domenico Bertoli - 1734-1-8
FINA IDUnique ID of the page  6688
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Gian Domenico Bertoli
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . January 8, 1734
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Venice 45° 26' 13.88" N, 12° 20' 4.52" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation.
LiteratureReference to literature. Zeno 1785, lettre n° 860, p. 71-721, Tomassioni 2021, p. 158, note 539, p. 167, note 5932
KeywordNumismatic Keywords  greek, amyntas, archelaos, macedonia, alexander the great, cistophori, antony, cleopatra, coin price, venetian market
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

Lettre du 8 jan. 1734 (de Venise) : « Le medaglie del Sig. Canonico Alugara sono state sempre da me conservate religiosamente in disparte dall’altre mie. Quando egli non sia contento degli otto zecchini esibitogli, son pronto a fargliene la restituzione. È in suo arbitrio il disporre o delle medaglie, o del soldo, e ad ogni suo cenno sarà ubbidito; bastando solo ch’egli mi comandi o a dirittura, ovvero per mezzo di lei, a chi io debba far la consegna o di quelle o di questo. Mi par mille anni di esser fuori di questo impiccio, per cui principalmente mi rincresce di aver dati a V. S. Illma tanti, e sì fatti disturbi ... I giorni passati ho fatto acquisto di molto bele medaglie d’argento, la maggior parte Greche ; e fra esse quaranta in circa medaglioni rarissimi, dei quali in capite le nomino Aminta il vecchio, e Archelao, re entrambo antichissimi di Macedonia, e vivuti avanti Alessandro il grande. Ci ho trovato anche un cistoforo con le teste giugate di M. Antonio, e Cleopatra. Cio che più me ne accresce il piacere è stato il pochissimo loro costo. Qui pochi sono i dilettanti, e molto meno gl’intendenti. Questo studio, che quasi in questa città ha cominicato, va a poco a poco mancando » (1785, lettre n° 860, p. 71-72; Tomassoni 2021, p. 158, note 539, p. 167, note 593).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  2. ^ Tomassioni 2021