Apostolo Zeno - Gian Francesco Baldini - 1741-12-9

From Fina Wiki


Apostolo Zeno - Gian Francesco Baldini - 1741-12-9
FINA IDUnique ID of the page  10819
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Gian Francesco Baldini
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . December 9, 1741
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Venice 45° 26' 13.88" N, 12° 20' 4.52" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Giuseppe Ariosti
LiteratureReference to literature. Zeno 1785, vol. VI, Lett. 1151, p. 150-1511, Tomassoni 2021, p. 33-34, note 662
KeywordNumismatic Keywords  roman, catalogue, pertinax, vienna, pescennius, hostilianus, collection numbers, herennia etruscilla, decius, forgeries
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 9 décembre 1741 (de Venise): “Giusta la promessa fattale, le invio insieme con questa la notizia di alcune medaglie Imperiali antiche di argento, che, secondo il mio credere, han qualche merito per essere rammemorate nell’Opera che tien per mano, lasciandone però a lei, giudice assai migliore, la piena autorità di ammetterle, o di tacerle. Quando mi avanzi qualche giornata, proccurerò di servirla anche dell’altre Imperiali in grande e mezzano bronzo, ristringendomi alle sole Romane. (…) Giacché nella sua mi fa menzione della singolar medaglia di Pertinace in gran bronzo, prendo occasione di rammemorarle l’altra non meno pregevole di Pertinace in argento, da me veduta e ammirata nel Museo Imperiale di Vienna. Intorno alla testa laureata di Pertinace sta la solita leggenda: IMP CAES P HELV PERTIN AVG- R/ MENTI LAVDANDAE (…). Sopra la Dea Mente adorata dai Romani possono farsi molte belle osservazioni. Di lei parlano Ovidio ne’ Fasti lib. VI. (…). Nello stesso Museo Cesareo conservasi un’altra insigne medaglia d’argento, che ha la testa di Pescennio laureata: IMP CAES C PESC NIGER AVG R/ MARTI AVG Mars tropheophorus sinistrorsum gradiens. Tra le mie medaglie d’argento, registrate nell’indice che le invio, osserverà quella di Ostiliano col rovescio di PVDICITIA AVG- che propriamente conviene a Etruscilla sua madre. Eccogliene due altre pur d’argento, con la testa di Etruscilla e con rovesci presi da quella di Trajano Decio: tanto erano inavveduti i monetarj di quel tempo, se pur non erano i falsarj, che in verun tempo non sono giammai mancati. Io le ho vedute in Vienna appresso il Conte Giuseppe Ariosti, Cavaliere allora nei Reggimenti di S. M. Cesarea. HER ETRVSCILLA AVG. (…) R/ ADVENTVS AVG- (…). ABVNDANTIA AVG- (…). Dentro la ventura settimana le spedirò la nota delle medaglie in gran bronzo” (Zeno 1785, vol. VI, Lett. 1151, p. 150-151; Tomassoni 2021, p. 33-34, note 66).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  2. ^  Tomassoni, Roberto (2021), La collezione numismatica di Apostolo Zeno, PhD, Venice.