Apostolo Zeno - Giuseppe Bini - 1727-8-2

From Fina Wiki


Apostolo Zeno - Giuseppe Bini - 1727-8-2
FINA IDUnique ID of the page  10880
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Giuseppe Bini
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . August 2, 1727
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Vienna 48° 12' 30.06" N, 16° 22' 21.00" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Gian Domenico Bertoli
LiteratureReference to literature. Zeno 1785, vol. IV, Lett. 719, p. 1971, Tomassoni 2021, p. 143-144, note 4792
KeywordNumismatic Keywords  greek, gift, forgeries, homer, philip ii philadelphus, antoninus pius, egypt, philip ii of macedonia, gallienus, gordianus, berenice, ptolemies, alexander the great, justinianus, constantinus, ptolemy, corcyra, nicaea, bithynia, palermo, larissa, thessaly, sicily, magistrate
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 2 août 1727 (de Vienne): “Dal gentilissimo Sig. Bertoli (nuovamente il riferimento sarà a Daniele Antonio) ho ricevuto i giorni passati le Medaglie Greche delle quali è piaciuto a V. S. Illma farmi dono. Io gliene rendo divote grazie, e gliene resto distintamente tenuto, non tanto per la qualità di esse, quanto per la gentilezza, con cui ha voluto favorirmene: e perché mi comanda di scriverle sinceramente quali io abbiale ritrovate, le dirò con tutta ingenuità, che parte son vere, parte son false: e del numero di queste ultime son quelle appunto, che altrimenti sarebbono le migliori: ma ella ben sa che i falsarj impiegano la lor attenzione anzi su le medaglie di prezzo, che fra le comuni, e di poco valore. False pertanto sono le seguenti: Omero con la figura del fiume giacente (Cat. 1, n° 43) battuta dagli Amasniati; Filippo il giovane col tipo della fortuna, battuta in Samo (Cat. 1, n° 46); Antonio (verosimilmente Antonino) Pio, medaglia Egizia con Giove sedente su l’Aquila; Filippo di Macedonia con testa di Giove, e figura equestre. Gallieno con Giunone pronuba in Samo, dove è pure battuto il Gordiano Pio col tempio……di essa Giunone; Berenice Regina d’Egitto col cornucopia; Alessandro Magno con Giove sedente; e così tre o quattro altre di minor conto. Le legittime sono cinque d’Imperadori Greci de i più bassi secoli, cioè Costantino VI. Porfirogenito, Romano II., Foca, Giustiniano, e Giustino II. due di un Tolomeo Re di Egitto, ma quale ei siasi, nol fa conoscere la loro poco buona conservazione: una di Corfù con la trireme. Alessandro Severo con le sue insegne militari, coniato in Nicea di Bitinia: una di Palermo senza leggenda, e una per fine che è la migliore di tutte ma assai sconservata dei Popoli di Larissa in Tessaglia; con la testa d’un uomo vecchio, e barbato dall’una parte, e con una porta ornata, per quello che pare, di due vittorie al di sopra. Non vi si legge che ΛΑΡΙΣΣΕ…il rimanente essendo cancellato, e tolto, di sotto vedendosi l’orme di alcune lettere, che forse ci avrebbono indicato il nome del Magistrato, sotto il quale fu improntata la medaglia” (Zeno 1785, vol. IV, Lett. 719, p. 197; Tomassoni 2021, p. 143-144, note 479).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  2. ^  Tomassoni, Roberto (2021), La collezione numismatica di Apostolo Zeno, PhD, Venice.