Apostolo Zeno - Giusto Fontanini - 1735-2-12

From Fina Wiki


Apostolo Zeno - Giusto Fontanini - 1735-2-12
FINA IDUnique ID of the page  6736
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Giusto Fontanini
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . February 12, 1735
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Venice 45° 26' 13.88" N, 12° 20' 4.52" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Jean Foy-Vaillant, Andreas Morell, Anselmo Maria Banduri, Enrico Noris
LiteratureReference to literature. Zeno 1785, vol. 5, lettre n° 865, p. 831
KeywordNumismatic Keywords  greek, macedonia, edessa, cilicia
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

Lettre du 12 février 1734 M. V. (1735) (de Venise): "Ne abbiamo un altro esempio consimile a quello di Ege della Cilicia in Ege di Macedonia, chiamata per l’innanzi Edissa, riferito da Giustino nel libro VIII. Anche il Vaillant si accorda col parere del Noris, e del Morello nei luoghi, che da lei mi sono cortesemente allegati. Il Monaco Raguseo (nb : Banduri), poichè non le ha data alcuna risposta, bisogna credere che o si trovi molto imbarazzato, o si conosca molto malamente imbrogliato. Parmi che abbia preso il miglior partito col metter la cosa in silenzio, e col non replicar di vantaggio" (Zeno 1785, vol. 5, lettre n° 865, p. 83).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.