Apostolo Zeno - Lorenzo Patarol - 1725-2-10

From Fina Wiki


Apostolo Zeno - Lorenzo Patarol - 1725-2-10
FINA IDUnique ID of the page  6758
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Lorenzo Patarol
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . February 10, 1725
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Vienna 48° 12' 30.06" N, 16° 22' 21.00" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation.
LiteratureReference to literature. Zeno 1752, lettre n° 179, p. 359-3601, Zeno 1785, vol. IV, Lett. 643, p. 17-182, Tomassoni 2021, p. 27, note 47, p. 98-99, note 323, p. 129, note 4443
KeywordNumismatic Keywords  collector preferences, coin price, sabina, forgeries, pescennius, cornelia, egypt, claudius, messalina, twelve caesars, galba, caligula, catalogue, philip the arab
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 10 févr. 1725 (de Vienne) : « Sempre più mi conosco al vostro amore obbligato, e sempre più mi crescono le speranze di poter un giorno col vostro mezzo dare avazamento, se non perfezione, alla mia serie di medaglie in argento. Con quelle del Sig. Bernardini osservate e messe a parte da voi non aggiugnerei veramente alcuna delle teste mi mancano, ma facilmente accrescerei la raccolta che ne ho, di quelche rovescio, ed essendo ben conservate, come me scrivete, potrei migliorarne alcuna delle mie, che non fosse d’intera conservazione. Circa il prezzo, io non so quello che ne possa pretendere il possessore ; ma se la dimanda fosse esorbitante, non mi spiacerà punto il lasciargliele. Essendo esse ordinarie e per la testa e pel rovescio, crederei che l’una per l’altra non avessero a pagarsi più di due lire e mezza ; a voi però ne lascio tutto l’arbitrio. Se la Sabina Tranquillina fosse in argento, e legittima, non avrei difficoltà di dare per questa sola dieci e anche dedici ducati, e più ancora ; ma vedendola seganta da voi cn una linea, come dubbiosa e sospetta, preveggo che non sarà ella del numero, e ch’io ne resterò ancora senza. Appena ricevuto e veduto il Pescennio, l’ho riconosciuto evidentemente per falso, e l’ho rimandato. Mi fu poi di piacere l’intendere, che il vostro sentimento erasi accordato col moi. I giorni passati ho avuta la forte di far acquisto d’una G. Cornelia Supera in metallina, o en billon, come dicono i Francesi, di buona, se non ottima conservazione, e per un prezzo assai vantaggioso. Ho acquistasi altresi cinque medaglioni egizi, tra i quali uno di Claudio con Antonia, e un altro pure di Claudio con Messalina. La mia raccolta in oro si è notabilmente accresciuta, talchè dei dodici Cesari non mi manca ; che Galba, e Caligola ; ma spero che quello mi verrà da Roma con altre nove, fra le quali Matidia, e Filippo il giovane, o sia il figliuolo. Avea cominciato il catalogo delle medaglie più scelte che posseggo in argento ed in oro, ad oggetto di comunicarvelo ; ma non ho avuto mai tempo di terminarlo. Un di lo farò certamente. Continuartemi il vostro amore, ch’io stimo assai più di tutte le mie medaglie » (Zeno 1752, lettre n° 179, p. 359-360; Zeno 1785, vol. IV, Lett. 643, p. 17-18; Tomassoni 2021, p. 27, note 47, p. 98-99, note 323, p. 129, note 444).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo (1752), Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo. II, Venice.
  2. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  3. ^  Tomassoni, Roberto (2021), La collezione numismatica di Apostolo Zeno, PhD, Venice.