Apostolo Zeno - Lorenzo Patarol - 1726-12-14

From Fina Wiki


Apostolo Zeno - Lorenzo Patarol - 1726-12-14
FINA IDUnique ID of the page  6762
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Lorenzo Patarol
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . December 14, 1726
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Vienna 48° 12' 30.06" N, 16° 22' 21.00" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Carlo Granelli, Jean Foy-Vaillant
LiteratureReference to literature. Zeno 1752, lettre n° 231, p. 460-4611, Zeno 1785, vol. IV, Lett. 701, p. 1582, Tomassoni 2021, p. 131, note 4543
KeywordNumismatic Keywords  roman, antoninus pius, collection, coin price, dacia, parthia, brittania
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 14 déc. 1726 (de Vienne) : « L’Antonio Pio in gran bronzo col rovescio Rex Quadis Datus, è ottima veramente medaglia, e di rarità singolare. Io pero ne tengo una bellissima nella serie, che non mi lascia desiderare cotesta. Il P. Granelli, gesuita, e confessore dell’Imperatrice vedova Amalia, che ha un bellissimo studio di medaglie, applicherebbe volentieri ad averla, quando gliela potesse proccurare ad onesto / prezzo. Mi ha incaricato di pregarvene, e questo religioso è ben degno del vostro favore. Se quella medaglia avesse nel rovescio Rex Armeniis Datus, la quale, benché meno rara, mi manca, vi avrei supplicate per me a dirittura. Con questa occasione non lascero di dirvi, che di Antonino Pio non mi trovo avere, che tre sole provincie in gran bronzo, cioè Dacia, Parthia, e Italia ; e una sola in mezzano, cioè Brittania, quella che in terzo luogo ne vien descritta dal Vaillant. Mi raccomando al vostro amore, qualunque volta delle mancanti a prezzo onesto vi capitasse. Perdonatemi, se tali e tanti incomodi continuamente vi reco. In cosache fa ora la mia estrema passione, non mi arrossisco neppure di parere importuno » (Zeno 1752, lettre n° 231, p. 460-461; Zeno 1785, vol. IV, Lett. 701, p. 158; Tomassoni 2021, p. 131, note 454).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo (1752), Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo. II, Venice.
  2. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  3. ^  Tomassoni, Roberto (2021), La collezione numismatica di Apostolo Zeno, PhD, Venice.