Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1681-10-7

From Fina Wiki


Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1681-10-7
FINA IDUnique ID of the page  7562
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Enrico Noris
RecipientRecipient of the correspondence. Francesco Mezzabarba Birago
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . October 7, 1681
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Florence 43° 46' 11.53" N, 11° 15' 20.09" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Giuseppe Magnavacca, Charles Patin, Camillo Massimo, Cosimo III de' Medici, Apollonio Bassetti
LiteratureReference to literature. Mezzabarba Birago 16831, Noris 1741, lettre L, col. 152-1552
KeywordNumismatic Keywords  collection numbers, spain, medici, roman, commodus, marcus aurelius, coin cabinet (acquisitions), collection classification, salary, roman provincial, egypt, cairo, otho, pescennius, trajan, phoenicia, ptolemais, antoninus pius, caracalla, antioch, gordianus, domitianus, augustus, faustina
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 7 octobre1681 (de Florence) : « Mi scrive il Sig. Magnavacca avere trovata subito occasione d'inviare a V. S. Ill. l'Occone, le di cui correzioni non pretendo che siano tutte da lei ricevute, perchè potrebbe essere che avessi preso qualche sbaglio. Le mandai nell'ordinario passato alcune epigrafe di medaglie d'Antonino Filosofo, e Commodo, col dire che in una di questo da me segnata con l'asterismo * avevo qualche dubbio, quale mi sono levato col rivedere la medaglia che sta così: L. Aurel. Commodus Aug. TR. P. III e nel rovescio: Vota PUBLICA. IMP. II. COS. P. P. S. C. Ara in medio cum victimario ad dexteram securi subiectum taurum percussuro; sinistrorsum stat vir pretextatus velato capite, cum baculo, in sinistra. è di prima grandezza. Io avevo lasciato P. P. del resto la medaglia era fedelmente trascritta. Io mi scordai avvertirla che Capitolino in M. Aurelio cap. 27. recitato il viaggio fatto da M. Aurelio nell'Oriente, ed il di lui ritorno in Italia: dice: Romam ut venit triumphavit. Exinde Lavinium profectus est. Commodum deinde sibi collegam in tribuniciam potestatem junxit. è certo che ritornò in Roma anno Christi 176. e le medaglie che pongono col cos. VII. di Commodo le di lui Trib. P. XVII e XVIII. mostrano che Capitolino abbi errato, benchè nè il Casaubono o Salmasio ciò abbino notato. Ho veduta nell'antico Museo questa di prima grandezza bellissima. Severus PIUS AUG. P. M. TR. P. XVI. Cos. III. P. P. Pons cum duabus hinc inde in ripa turribus, armato milite plenis. è rarissima. Per avere stentato 2 mesi in aggiustare le 13. mila medaglie venute dalla Spagna, e poscia rimesse queste ultime 87. del fu Cardinale Massimi a suoi nicchi nell'antico Museo, che per dar luogo alle nuove, è stato tutto rimosso. S. A.S. mi ha dato di mancia 60. piastre annue d'accrescimento alle 360. che prima mi dava; sicchè ho obligo alle medaglie, che m'hanno fatto fare acquisto di monete nuove, benchè elle siano monete sì vecchie. Con occasione di ringraziare la generosa munificenza di S. A. mi volsi levare uno scrupolo. Le dissi l'opera ch'ella faceva (e S. A. ripi gliò raccordarsene per le colonie corrette nell'Occone col favore delle sue medaglie di Spagna) e soggionsi che avendo ella avuto l'indice delle medaglie del fu Massimi Cardinale mi aveva scritto, se S. A. si compiaceva che le da essa comprate, sino tassero nell'Occone come Medicee, ei mi rispose, ch'era meglio notare ove sono, e sempre saranno, che ove già furono. Sicchè ella potrà dire. In Mediceis, o inter Mediceo, o pure Mediceus &c. Lo stesso potrà fare di quei altri denari, o medaglie dell'antico Museo; nè voglio essere mai in questi nominato, perchè il Patino spirita di desiderio di sapere qualche cosa di questo Museo, nè voglio che letto il di lei Occone, m'importuni con lettere, o pure esso o altri col proporre l'esempio di lei per avere anch'essi la stessa grazia, mi faccino incorrere nella disgrazia del Serenissimo, che non vuole che si mandi note delle sue medaglie antiche ad altri. Un Fiorentino scrive dal Cairo, che fra le medaglie compre nell'Egitto per S.A.S. vi è una d'Ottone, ed una di Pescennio di metallo Greche. Nel Museo antico vi sono 2. d'oro, & sei d'argento d'Ottone, ma niuna di metallo. Una mezzana di bronzo di Pescennio: ΑΥΓ. Κ.Π. ΠεCΚ ΝΙΓΡΟΣ ΙΟΥCTΟC Cε, e nel rovescio : KAICAΡεAC ΓEPMANIKHC. Serpens per multiplices spiras erectus. Il Signor Apollonio Bassetti Fiorentino Segretario di S. A. S. ha circa 2. mila medaglie con altre anticaglie. In quelle ho trovate queste medaglie. 1. Imp. Caes. Ner. Trajanus Aug. Germ. colonia: Ptolemaidis in Phoenicia. COL. PTOL. Figura muliebris turrita super scopulum sedens, ac manus cum corpore inclinans. 2. M Cos. V. P. P. COL. PRI. FLAV. CAESAREA sigura velata dextera thus spargens super tripodem, sinistra cornucopiam. 3. Imp. Caes. M. Aurel. Antoninus Pius Aug. Caput Caracalla. COL. CAES. Antiochia. Lupa cum gemellis ad ubera. 4. Imp. Caes. M. Ant. Gordianus AFR. Aug. Caput Gordiani Afri filii. Providentia Augg. S. C. mulier stans in sinistra tenens cornucopiam supra dimidium columnae, ac crus devterum invertens supra sinistrum; dextera manu tenet Scipionem ad globum inclinatum. Sarà nell'Occone. è benissimo conservata. 5. Caes. Aug. F. Domitian. Cos. II. PAX August. S. C. figura muliebris dextera pateram, sinistra ramum olivae supra dimidium columnae tenens. 6. Imp. Caes. Domit. Aug. Germ cos. XI Cens. P. P. P. Saluti Augusti S. C. Templum clausum cum 4 columnis. 7. Caput Augusti sine inscriptione. In laurea C. A nempe Caesar augusta. è parvae magnitudinis. 8. Caput ejusdem Augustus. in laurea, mezzana bellissima si può porre nell'anno che fu detto Augusto. è però triviale. 9. Ael. Flacilla Aug. Salus Reipublicae. Victoria sedens tenes labarum super columnam, & subtus ANT. Π. 10. Severina Augusta. Juno Regina. fig. mulieb. sin. hastam, dex. pateram, cum pavone ad pedes. 11. Diva Faustina. Caput ejusdem. Pii uxoris non velatum. Aeternitas. fig. muliebris sedens, sin hastam, dextera tenens globum, super quem avis. è del medemo Bassetti prima magnitudinis. Apollini Bassetti Florentini Magno Duci a secretis. una sol volta basta citarlo così col titolo di Segretario. Se sono nell'Occone, ella le vedrà: Le ho vedute nello scrigno del sudetto Sig. e le bacio le mani. Il Sig. Bassetti goderà essere nominato. Firenze 7 Ottobre 1681 » (Noris 1741, lettre L, col. 152-155).

References

  1. ^  Mezzabarba Birago, Francesco (1683). Imperatorum romanorum numismata a Pompeio magno ad Heraclium ab Adolfo Occo ne olim congesta, nunc augustorum iconibus, perpetuis historico / Chronologicis notis, plubribusque additamentis illustrata, et aucta. Mediolani: Ex Typographia Ludovici Montiae.
  2. ^  Noris, E. (1741), Istoria delle investiture delle dignità ecclesiastiche, scritta dal padre Enrico Noris poi cardinale di santachiesa contra Luigi Maimburgo con dugento, e quatro lettere parimente non più stampate del medesimo autore in materie erudite, in Id., Opera Omnia, V, Mantova: A spese di Gio. Alberto Tumarmani.