Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1681-6-17

From Fina Wiki


Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1681-6-17
FINA IDUnique ID of the page  6635
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Enrico Noris
RecipientRecipient of the correspondence. Francesco Mezzabarba Birago
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . June 17, 1681
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Florence 43° 46' 11.53" N, 11° 15' 20.09" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Antonio Agustin, Adolf Occo
LiteratureReference to literature. Occo 15791, Agustin 15922, Mezzabarba Birago 16833, Noris 1741, lettre XXXVII, col. 93-944
KeywordNumismatic Keywords  tiberius, augustus, book corrections, hadrian, book production, roman provincial, spain, bibilis, pescennius
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 17 juin 1681 (de Florence) : « O non posso non invidiare la fortuna di V. S. Ill. che averà quello non ho potuto avere io, e quando l’ho avuto non l’ho avuto per me, ma per lei. Eccole le correzioni e gionte alle medaglie delle colonie sotto Augusto e Tiberio, che altre non ne ho rittrovate degli altri Inperatori. Io però godo che riceva tal grazia il suo Occone dalle mie mani. Ho copiato le lettere come stanno nelle monete, ove molte siate sono due o tre congionte come MX, in vece di MAR, Vº, che fa TUR. ec. come vedrà. Se prima stampava il libro, vedrà quanti errori si ristampavano. Ora ordino le medaglie d’Adriano, che sono circa 600. ma tutte sono nell’ Occone, poichè delle grandi e bellissime col medesimo roverscio ve ne sono 18. e 20. sette ore al giorno lavoro. Se trovarò moneta che non sia nell’Occone, la notarò; ma nulla veggo di raro, se non le tante medaglie delle colonie, che sono di grandezza come un testone, o mezzo bajocco Papale. I Ella però non potrà stampare le lettere unite, come fece l’Agostini ne’ suoi Dialoghi; onde le porrà disgionte come di Bilbili MA, o Manio MI. MUN. e MAN. per distinguere questo prenome da Marco, che col solo M si nota. Se non avessi avutte altronde le medaglie di Cajo col grappolo d’uva, molto ora imi lagnarei che S. A due volte pregato inon mi permettesse vedere questa sua nuova Galleria. In tanto se V. S. Ill. ha dubbio circa qualche medaglia che sia nell’Occone, o altrove, subito me l’avvisi, perchè finita la serie da me, il tutto si chiuderà senza speranza che altri o io più le vegga, perchè S. A. così vuole. Non vi sono medaglie di Pescennio, e pocche de i tiranni sotto Gallieno. Non ho altro da scriverle » (Noris 1741, lettre XXXVII, col. 93-94).

References

  1. ^  Occo, Adolf (1579). Imperatorum Romanorum numismata a Pompeio Magno ad Heraclium: quibus insuper additae sunt inscriptiones quaedam veteres, arcus triumphales, et alia ad hanc rem necessaria. Antwerp: Christophe Plantin.
  2. ^  Agustin, Antonio (1595), Dialoghi di Don Antonio Agostini intorno alle medaglie etc., Rome.
  3. ^  Mezzabarba Birago, Francesco (1683). Imperatorum romanorum numismata a Pompeio magno ad Heraclium ab Adolfo Occo ne olim congesta, nunc augustorum iconibus, perpetuis historico / Chronologicis notis, plubribusque additamentis illustrata, et aucta. Mediolani: Ex Typographia Ludovici Montiae.
  4. ^  Noris, Enrico (1741), Istoria delle investiture delle dignità ecclesiastiche, scritta dal padre Enrico Noris poi cardinale di santachiesa contra Luigi Maimburgo con dugento, e quatro lettere parimente non più stampate del medesimo autore in materie erudite, in Id., Opera Omnia, V, Mantova: A spese di Gio. Alberto Tumarmani.