Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1683-12-6

From Fina Wiki


Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1683-12-6
FINA IDUnique ID of the page  8866
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Enrico Noris
RecipientRecipient of the correspondence. Francesco Mezzabarba Birago
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . December 6, 1683
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Florence 43° 46' 11.53" N, 11° 15' 20.09" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Peter Fitton, Andreas Morell, Apollonio Bassetti, Cosimo III de' Medici, Lucas Holstenius, Ezechiel Spanheim, Abraham Ortelius, Francesco Cameli
LiteratureReference to literature. Spanheim 16711, Mezzabarba Birago 16832, Morell 16833, Noris 1741, lettre XC, col. 241-2424
KeywordNumismatic Keywords  book corrections, book, medici, asia minor, roman provincial, tavion, galatia, caracalla, elagabalus, commodus
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 6 décembre 1683 (de Florence) : « Sono superflui li ringraziamenti, che mi trasmette, perchè dovevo servire a i di lei meriti, ed alla premura del Sig. Secretario Bassetti. Io le trasmetto alcune note, ne ho compito il foglietto per mancanza di tempo. La prego rescrivermi, quali città fin'ora le ho spiegato con mie note, perchè non ne ho memoria, ne vorrei fare nuova fatica; siccome ancora l'Indice di quelle che vuole spiegare fuora delle Medicee, come ho io fatto d'Acraso città ignora allo Spanemio. La supplicarei d' onorarmi inserire tali note, come ‘ex Schaedis Noris’, perchè forsi mi riuscirebbe di qualche lustro. Ho procurato scrivere con la maggior brevità possibile. Circa la medaglia difficile; l'Olstenio nelle note al Cluerio p. 175. scrive CEIPOΥAOΥIANΩN circa Apollinem cum lyra in nummo Severi apud M. Ducem clarissimi litteri, legitur, pertinet ad vocem Tavium infra. Nulla però dice alla voce Tavium, ma manda i lettori all'Ortelio alla detta parola. Con ragione scrive clarissimis litteris, perchè la medaglia è conservata come ora fosse battuta. E' intiera all'ultimo segno, e gia la volsi vedere, e contemplare, e le dette parole sono tutte seguite senza minima lesione. Gia nelle città le scrissi che TAOΥIANΥN era il Tavium della Galatia. Ella potrà speculare il CETP, che io non intendo, nè lo intese l'Olstenio, perchè nulla scrisse oltre le parole citate, ma subito passa ad altra città. Del resto abbiamo ancora Tava città nell'Egitto, come vedrà nelle note mie. La medaglia sudetta dal Fitton, dottissimo Antiquario di S. A. e dal Cameli è segnata come di Caracalla, io nel vedere un bel visino di giovanetto per capriccio l'ho a lei supposta d'Elagabalo; ma lei ha scoperto l'inganno, che tale ora ancor io lo giudico. Le di lei speculazioni sopra il CETP sono bellissime, ma se non ha errato l'artefice della medaglia, non possono verificarsi. Non so s'ella abbi notizia d'un libro ora stampato in Parigi col titolo: Specimen universae rei Nummariae Auctore Andrea Morello Helveto. Loda V. S. Ill. ma dice che non ha satiato il desiderio de gli Antiquari, promette 15 mila medaglie ec. è stampato in 8. Parisi apud Thomam Moette juxta pontem S. Michaelis. Item le devo dire che la città AΔIKEINΩN, che scrissi citarsi dallo Spanemio, nè però ritrovarsi fra le Medicee, è falso perch'è fra le mezzane di Commodo, come vedrà nella copia trasmessale. Il Servitore vuole ire alla posta. Devo chiudere le lettere col baciarle le mani. ed ella è padrone di 50. 60 copie del mio liberco io, non che di 4 perchè tutte le voglio donare. Firenze 6. Decembre 1683 ». (Noris 1741, lettre XC, col. 241-242).

References

  1. ^  Spanheim, Ezechiel (1671). Dissertationes de praestantia et usu numismatum antiquorum, editio secunda, priori longe auctior et variorum numismatum iconibus illustrata. 2 vol. Amstelodami: Apud Danielem Elsevirium.
  2. ^  Mezzabarba Birago, Francesco (1683). Imperatorum romanorum numismata a Pompeio magno ad Heraclium ab Adolfo Occo ne olim congesta, nunc augustorum iconibus, perpetuis historico / Chronologicis notis, plubribusque additamentis illustrata, et aucta. Mediolani: Ex Typographia Ludovici Montiae.
  3. ^  Morell, André (1683), Specimen universae rei nummariae antiquae, quod literatorum Reipublicae, Paris, Thomam Moette, octavo (190 x 125mm). p. (iv), 136. Plus 18 numbered plates
  4. ^  Noris, Enrico (1741), Istoria delle investiture delle dignità ecclesiastiche, scritta dal padre Enrico Noris poi cardinale di santachiesa contra Luigi Maimburgo con dugento, e quatro lettere parimente non più stampate del medesimo autore in materie erudite, in Id., Opera Omnia, V, Mantova: A spese di Gio. Alberto Tumarmani.