Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1683-6-29

From Fina Wiki


Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1683-6-29
FINA IDUnique ID of the page  8647
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Enrico Noris
RecipientRecipient of the correspondence. Francesco Mezzabarba Birago
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . June 29, 1683
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Florence 43° 46' 11.53" N, 11° 15' 20.09" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Adolf Occo, Apollonio Bassetti
LiteratureReference to literature. Occo 15791, Mezzabarba Birago 16832, Noris 1741, lettre LXXXI, col. 232-2333, Missere Fontana 2000, p. 173, note 514
KeywordNumismatic Keywords  book, greek, levant, damascus, alep, seleucids, syria, unpublished book, roman provincial, spain, venice, typography, book production, book price
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 29 juin 1683 (de Florence) : « L'antico libro d'Occone ch'era da tutti cercato, ora non sarà più bramato, anzi ne anco letto, se non nel di lei eruditisimo libro così bene emendato, e così copiosamente accresciuto. Ho mostrato al Sig. Apollonio Bassetti Secretario di S. A. la nobile menzione ch'ella fa delle sue medaglie, e mi ha detto avergli S.A.S. mostrato il di lei libro, ed egli si stima obbligato con sue lettere ringraziarla. Quando lei gli risponde gli può insinuare volere comporre il volume delle medaglie Greche, e sommamente desiderare illustrarlo con un centinaio almeno di quelle del gran Museo di S. A. S. come aveva fatto il Latino delle medaglie delle Colonie, con pregarlo impetrarle questa grazia da S. A. S. così io averò occasione di servirla, mentre io dubbito non avere una negativa. Io ho copiate quelle della Magna Grecia d'argento, ch'erano fra le comprate in Spagna, ma quelle degli Impp. erano tutte Latine. Questo Museo però è scarsissimo di medaglie de i Re della Siria, perchè niuno ha suggerito a S. A. procurarne in Damasco ed Aleppo, ove molte se ne rittrovano. In Venezia però noltissime se ne rittrovano, che quei nobili hanno i comprato da Mercanti Nazionali che dimorano nell'Asia. Nelle medaglie Greche in vece del Sigma delineato X si legge il C, quale lettera non hanno li Stampatori fra le Greche; onde si piglia dalle Latine, ma non riesce uguale con le Greche lettere. S'ella vuole il C uguale bisogna fare a posta la madre, o forma di tal lettera, e in Venezia vi è un Napolitano, che lavora benissimo tali forme. Il mio opuscolo è nelle mani de Revisori. Ho fatta la carta a posta, e mi costa 14 giuli la risma, perch'è grossa e grande » (Noris 1741, lettre LXXXI, col. 232-233 ; Missere Fontana 2000, p. 173, note 51).

References

  1. ^  Occo, Adolf (1579). Imperatorum Romanorum numismata a Pompeio Magno ad Heraclium: quibus insuper additae sunt inscriptiones quaedam veteres, arcus triumphales, et alia ad hanc rem necessaria. Antwerp: Christophe Plantin.
  2. ^  Mezzabarba Birago, Francesco (1683). Imperatorum romanorum numismata a Pompeio magno ad Heraclium ab Adolfo Occo ne olim congesta, nunc augustorum iconibus, perpetuis historico / Chronologicis notis, plubribusque additamentis illustrata, et aucta. Mediolani: Ex Typographia Ludovici Montiae.
  3. ^  Noris, E. (1741), Istoria delle investiture delle dignità ecclesiastiche, scritta dal padre Enrico Noris poi cardinale di santachiesa contra Luigi Maimburgo con dugento, e quatro lettere parimente non più stampate del medesimo autore in materie erudite, in Id., Opera Omnia, V, Mantova: A spese di Gio. Alberto Tumarmani.
  4. ^  Missere Fontana, F. (2000), "Francesco Mezzabarba Birago (1645-1697). Tra collezione ed erudizione numismatica nella Milano del Seicento”, Rivista Italiana di Numismatica, 101, pp. 159-215.