Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1685-11-27

From Fina Wiki


Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1685-11-27
FINA IDUnique ID of the page  11002
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Enrico Noris
RecipientRecipient of the correspondence. Francesco Mezzabarba Birago
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . November 27, 1685
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Florence 43° 46' 11.53" N, 11° 15' 20.09" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Ezechiel Spanheim, Charles Patin, Jean Foy-Vaillant, Cosimo III de' Medici, Hubert Goltzius, Louis XIV of France, Pierre de Carcavi, Ferdinando II de' Medici
LiteratureReference to literature. Spanheim 16711, Noris 16812, Hardouin 16843, Foy-Vaillant 16884, Noris 1741, lettre CV, col. 263-2655, Williams 2009, p. 106, note 56
KeywordNumismatic Keywords  medici, coin cabinet (visitors), florence, medaglions, marcus aurelius, eras, errors, tarsus, catalogue, coin cabinet (paris), monneyers, syria
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 27 nov. 1685 (de Florence): « Ho ricevuta la sua, e godo che co' suoi occhi abbia veduta la medaglia col ΦANEAC, perchè mi rincresceva vederla così favorevole all'errore dello Spanemio e Patino. è quà gionto Monsu Vaillant, e ha fatto capo da me per essere introdotto a S. A. S. e io l’ho servito cosi bene che il Sereniss. Signore gli ha fatta una grazia negata a futti ch’ è di vedere le medaglie, con ordinare che io prenda una carrozza di palazzo per fervirlo ovunque vorrà. Egli però vuole ire a piedi. Oggi se gli fono fatti vedere tutti i medaglioni d'argento, e di metallo. Questi di metallo sono 196 e dice che S.M. Cristianissima nè ha in maggior numero; ma mon si belli. Abbiamo veduto un gran medaglione di M. Aurelio col rovescio: Commodus Caesar Verus Caesar, con ambidue quei fratelli fanciulli. Alcuni medaglioni erano da lui stimati 30. doppie. Egli prepara la stampa degli Antiochi con tutti i Presidi della Siria sotto gl'Imperadori, e dice che io l'ho al sommo ajutato nel trattato che de'detti Presidi ho fatto ne' Cenotaffi Pisani. Ha trovato Quintilio Varo, e altri con gli anni dell'Epocha Antiochena, che dice essersi da loro mutata più volte, e dice che io ciò avevo bene osservato ne'Cenotaffi. Ha medaglie di Cassio, di Pomponio, di Mutiano, che sono tutte rarissime e tutte con l'Epocha; e mi ha mostrato il libro composto. Dice che il libro del P. Arduino è pieno d' errori: Che le lettere AMK: Prima Metropolis Cicilia in Tarso sono da esso così spiegate, e l’Arduino essersene fatto l’Autore. Che in sei settimane ha fatto l’indice delle medaglie del Re, che mai aveva fatto il Carcavio. Ora gira l'Italia; ma gode poca salute. Oggi ho trovato ne' medaglioni d'argento tre di Vespasiano col ETOΥC NEOΥ IEPOΥ, che Monsù Vaillant dice significare l'anno primo della TRIB. POT. Circa i numeri segnati nelle medaglie Greche dice che quando sono separati sono lettere de' Monetari. Io non credo che lei abbia opinione diversa dalla comune circa il significato di dette lettere numerali. Dice il medemo che gli Antiocheni nell'A. V. 691. soggiogata la Siria da Pompeo; comprarono da questi l'autonomia, come attesta Porfirio citato dallo Spanemio pag. 790. e formarono un'epoca fino all' A.V. 706. che durò fino A. V. 724 d'onde ab Imperio Augusti in Syria ne principiarorono un altra, che poscia morto Augusto lasciarono, ripigliando quella dell' A. V. 706. Eccole le nuove che ora le posso dare, e le bacio riverenti le mani. S. A. s'è mossa a mostrare al sodetto le medaglie come a uno a cui il Re Cristianissimo ha fidate le sue, e perchè il defonto Gran Duca Ferdinando altra volta glie le aveva fatte vedere ec. » (Noris 1741, lettre CV, col. 263-265 ; Williams 2009, p. 106, note 5).

References

  1. ^  Spanheim, Ezechiel (1671). Dissertationes de praestantia et usu numismatum antiquorum, editio secunda, priori longe auctior et variorum numismatum iconibus illustrata. 2 vol. Amstelodami: Apud Danielem Elsevirium.
  2. ^  Noris, Enrico (1681), Cenotaphia Pisana Caii et Lucii Cæsarum dissertationibus illustrata, Venice.
  3. ^  Hardouin, Jean (1684), Nummi antiqui populorum et urbium illustrati, François Muguet. Paris.
  4. ^  Foy-Vaillant, Jean (1688), Numismata ærea imperatorum augustarum, et cæsarum, in coloniis, municipiis, et urbibus jure latio donatis, ex omni modulo percussa. Auctore Jo. Foy-Vaillant bellovaco, doct(ore) med(ico) & seren(issimi) ducis Cenomensium antiquario, à Paris, chez Daniel Hortemels, au frais de l'auteur
  5. ^  Noris, Enrico (1741), Istoria delle investiture delle dignità ecclesiastiche, scritta dal padre Enrico Noris poi cardinale di santachiesa contra Luigi Maimburgo con dugento, e quatro lettere parimente non più stampate del medesimo autore in materie erudite, in Id., Opera Omnia, V, Mantova: A spese di Gio. Alberto Tumarmani.
  6. ^  Williams, Daniela (2009), "The coins of Pontus, Paphlagonia and Bithynia in the collection of the Archaeological Museum in Florence”, The Numismatic Chronicle, 169, pp. 105-136, pl. 19-29.