Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1690-11-28

From Fina Wiki


Enrico Noris - Francesco Mezzabarba Birago - 1690-11-28
FINA IDUnique ID of the page  11042
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Enrico Noris
RecipientRecipient of the correspondence. Francesco Mezzabarba Birago
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . November 28, 1690
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Florence 43° 46' 11.53" N, 11° 15' 20.09" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Claude Nicaise, Jacob Spon, Nicolas Thoynard, Thierry Bignon
LiteratureReference to literature. Nicaise 16901, Noris 1741, lettre CXXXIX, col. 300-3012, Missere Fontana 2000, p. 178, note 743
KeywordNumismatic Keywords  commodus, coin casts, roman, marcus aurelius
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 28 novembre 1690 (de Florence) : "Questa non è risposta alla sua col por la risoluzione dei dubbi che mi propone, ma è un avviso, che le significa comporsi ora la sola vita di Commodo con impronti di medaglie dall'Abate Nicaio in Parigi. Alla pag. 47. De nummo Pantheo scrive che il Sig. Teodorico Bignone Presidente del Conseglio regio e Secretario de'memoriali ha composto la vita di M. Aurelio illustrata con le di lui medaglie. Poi alla pag. 48. soggionge: Atque utinam liceat saltem imitari industriam singularem Bignoni in Commodo optimi patrii pessimo filio, haberemus prope diem in moribus tam diversi expositam suis coloribus omnibus imaginen, hac virtuti, illinc vitii. Narra che Monsù Spon aveva principiata la vita di Commodo; poi dice Toinardus &c. ad opus hoc perficiendum invitatus fuerat, sedata graviora, majorisque momenti & ponderi studia vocatus, aliud pensum suscepit. Illi viri quo sunt illustrio tre ambo, hoc mihi magi, metuendum est, ne merito mihi nota temeritatis inuratur, qui &c. tertius accedere audeam ad hoc munus obeundum ; sed hoc saltem assequar, ut quemadmodum filius nequam imperio successise videtur, ut inde patriae virtute lux accederet; sic opere meo efficiam, ut M. Aurelius Bignonianti sic quasi additi umbris, quod in pictura fit, magis elucescat &c. Ella sente il negozio come passa. Adriano era stato descritto con medaglie dal morto prefetto della Galleria regia. E nell'Accademia erano stati asegnati a più eruditi vari Imperatori, acciochè ogn'uno con le medaglie descrivesse la vita del Cesare assignatogli. Monsieur Nicasio in Parigi averà fatta una gran raccolta delle medaglie di Commodo. Così egli promette tale vita, se poi sia per pubblicarla, e quando, è incerto, ne so se il Sig. Bignone abbi stampato il suo M. Aurelio. Non ho per ora altro da soggiongerle. Mi potrà avvisare la risoluzione, che lei è per prendere, che allora pensarò a dubbi proposti, e le bacio le mani. Firenze 28. Novembre 1690 » (Noris 1741, lettre CXXXIX, col. 300-301; Missere Fontana 2000, p. 178, note 74).

References

  1. ^  Nicaise (1690), De nummo pantheo Hadriani Imperatoris, Lyon.
  2. ^  Noris, Enrico (1741), Istoria delle investiture delle dignità ecclesiastiche, scritta dal padre Enrico Noris poi cardinale di santachiesa contra Luigi Maimburgo con dugento, e quatro lettere parimente non più stampate del medesimo autore in materie erudite, in Id., Opera Omnia, V, Mantova: A spese di Gio. Alberto Tumarmani.
  3. ^  Missere Fontana, F. (2000), "Francesco Mezzabarba Birago (1645-1697). Tra collezione ed erudizione numismatica nella Milano del Seicento”, Rivista Italiana di Numismatica, 101, pp. 159-215.