Francesco de' Ficoroni - Antonio Francesco Gori - 1734-7-17

From Fina Wiki


Francesco de' Ficoroni - Antonio Francesco Gori - 1734-7-17
FINA IDUnique ID of the page  5196
InstitutionName of Institution. Florence, Biblioteca Marucelliana
InventoryInventory number. AL XII, f° 63r-64r
AuthorAuthor of the document. Francesco de' Ficoroni
RecipientRecipient of the correspondence. Antonio Francesco Gori
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . July 17, 1734
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Rome 41° 53' 41.28" N, 12° 29' 7.22" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Pierre Séguin, Francesco Bianchini
LiteratureReference to literature. Séguin 16841
KeywordNumismatic Keywords  drawing, roman republican
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 17 juillet 1734 (de Rome): "Rispondendo alla sua gentilis.a, giacché desidera il disegno del gran marmo quadro scolpitovi a basso rilievo un sacco pieno, legato sopra e panzuto, a piè una paletta da raccogliere denari, e nel mezzo del sacco VIATOR AD AERARIUM, le lo farò disegnare come già feci per tenerlo con le mie memorie e le notarò dove fu ritrovato, e per sabato le lo mandarò. Circa a quanto si degna accennarmi su la medaglietta con testa di giovanetta e C 5, e nel rov.o 4 tali lusorii portata dal Seguino, da un Francese, e da Mons.r Bianchini, devo dirle, che giusto nel mio primo trattato, Io riprovo il giudizio, e congettura fattane da detti tre Autori, cioé del Seguino, di Monsig.r Bianchini, che lo seguitò, e da un Francese, che scrivendo contro detta congettura ne fa un’altra più stravagante che sia la testa di una famosa cortigiana, che teneva gioco, e biscozza a Roma, e i due primi la stimano la sorte Prenestina citando la famiglia Pletoria [c. 63 v.] in medaglia d’arg.o, ma Io che ho tal medaglia questa mostra una testina di fanciulla, cioé putta, e nulla conviene colla medaglia del Seguino. Io per tanto che ho una statua celebre di scoltura in atto colcata di giocare con due tali, e due altri, tiene a sinistra, ha la testa giusto, e simile a quella della medaglia del Seguino, che Io ho la seconda; Così concludo, e provo che la testa di detta medaglia è appunto quella della mia statua che è per la scoltura Giulia figlia d’Augusto, a cui l’Imp.e suo padre mandò denari per giocare ai Tali, e questa è l’Arra quod satis sit, che vuol dire, aver denari pronti né si faceva credito; Però VS. Ill.ma me ne potrà correggere. (Firenze, Biblioteca Marucelliana, AL XII, f° 63r-64r – online).

References

  1. ^  Séguin, Pierre (1684), Selecta numismata antiqua, ex museo Petri Seguini, sumptibus Ioannis Jombert, Paris.