Ottavio Falconieri - Leopoldo de Medici - 1669-1-5

From Fina Wiki


Ottavio Falconieri - Leopoldo de Medici - 1669-1-5
FINA IDUnique ID of the page  4910
InstitutionName of Institution. Florence, Archivio di Stato
InventoryInventory number. Carteggio d’artisti, X, f° 228
AuthorAuthor of the document. Ottavio Falconieri
RecipientRecipient of the correspondence. Leopoldo de Medici
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . January 5, 1669
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Rome 41° 53' 41.28" N, 12° 29' 7.22" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Agostino Monanni, Christina of Sweden, Antonio Cavalieri, Leonardo Agostini
LiteratureReference to literature. Giovannini 1984, p. 230-1, letter 1211, Giovannini 1979, p. 164, note 442, Fileti Mazza 1998a, p. 299, doc. 2333
KeywordNumismatic Keywords  roman, philip the arab, constantius, priscus attalus, price, catalogue, gems, medallions
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 5 jan. 1669 (de Rome) : » M’è stato reso dal Monanni il medaglione di Filippo [pour montrer à Christine de Suède] e nel medesimo tempo la scatola ennovi le medaglie d’oro, le quali, in esecuzione de’comandamenti pervenutimi con la benignissima di V(ostra) A(ltezza) che gli accompagna, farò vedere a questi SS(igno)ri che se n’intendono, non havendolo potuto fare hoggi per la strettezza del tempo, e con le prossime darò ragguaglio a V(ostra) A(ltezza) di quel che occore. Intanto le invio qui annesso il medaglioncino di Costanzo insieme col Germanico mandatomi da V(ostra) A(ltezza) e col Prisco Attalo d’oro, del quale il Bancherotto pretende ooto scudi, ma credo che lo darà, quando V(ostra) A(ltezza) voglia ritenerselo, per sei scudi, che è il suo giusto valore, e forse per meno. Mando anche all’A(ltezza) V(ostra) negli aggiunti fogli l’indice delle medaglie dell’Agostini da lui consegnatomi perché lo faccia pervenire nelle mani di V(ostra) A(ltezza) la quale dovrà poi comandarmi quello ch’io debba fare per caminare innanzi nel contrasto, giaché gl’intagli, che appartengono all’altra parte di esso, sono anch’essi ormai finiti d’inventariare et io ne devo havere ogni giorno la nota dell’Agostini. »Dans un P.S. F ajoute que par sécurité, il a fait un paquet à part, confié au procaccio [courrier, postier]. (Firenze, ASF, Carteggio d’artisti, X, f° 228; Giovannini 1984, p. 230-1, lettre 121 ; L. Giovannini 1979, p. 164, note 44 ; Fileti Mazza 1998, p. 299, doc. 233).

References

  1. ^  Giovannini, L. (éd.) (1984), Lettere di Ottavio Falconieri a Leopoldo de’ Medici (Carteggio d’Artisti dell’Archivio di Stato di Firenze, X), Florence.
  2. ^  Giovannini, L. (1979), "Notizie sulle medaglie della collezione Agostini acquistate dal Cardinale Leopoldo de’ Medici", Rivista italiana di numismatica, 81, pp. 155-176.
  3. ^  Fileti Mazza, M. (1998a), Archivio del collezionismo mediceo. Il cardinal Leopoldo. Volume terzo. Rapporti con il mercato romano, Milan-Naples.