Apostolo Zeno - Gian Francesco Baldini - 1736-5-5

From Fina Wiki
Revision as of 23:15, 22 December 2021 by Tomassoni (talk | contribs)
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)


Apostolo Zeno - Gian Francesco Baldini - 1736-5-5
FINA IDUnique ID of the page  6680
InstitutionName of Institution. Venice, Biblioteca Nazionale Marciana
InventoryInventory number. Ms. It. X, 3 (=6949)
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Gian Francesco Baldini
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . May 5, 1736
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Venice 45° 26' 13.88" N, 12° 20' 4.52" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Filippo Antonio Gualtieri, Angelo Maria Quirini, Jean Foy-Vaillant, Francesco Mezzabarba Birago, Giusto Fontanini
LiteratureReference to literature. Mezzabarba Birago 16831, Zeno 1785, vol. 5, lettre n° 929, p. 215-2162, Tomassoni 20213
KeywordNumismatic Keywords  nationalism, weights, roman, caracalla, coin price, death
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia https://archive.org/details/lettere03forcgoog/page/n220/mode/2up
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

Lettre du 5 mai 1736 (de Venise): "Mi è stato di molto piacere l’intendere dalla lettera di V. P. Reverendissima, che le medaglie d’oro del Museo Gualtieri sieno passate in mano del nostro Signor Cardinal Quirini, e però sieno rimaste in Italia, nè abbiano corsa la sorte di tante altre simili rarità, di andare di là dai monti, e dai mari ad arricchire le straniere nazioni, che pur troppo delle nostre spoglie sen vanno belle e superbe. Me ne rallegro con Sua Eminenza mio singolar protettore e padrone, ed ho ferma speranza, che se mai egli sarà per ritornare in queste parti, e le porti con seco, mi darà il contento di godere con l’occhio una così preziosa raccolta, da lui veramente ad assai buon patto acquistata. I giorni passati mi è avvenuto di acquistare una rarissima medaglia d’oro, di peso di due zecchini e più, non riferita dal Vaillant, nè dal Mezzabarba, nè da altri, per quanto io sappia. Ella è di Caracalla, segnata l’anno X. della sua Trib. Pod. ed ha nel rovescio una bellissima testa di Marte galeata, con le somiglianze del medesimo Caracalla. Non mi è costata più di 7. scudi. Sento poi un vivo dolore della perdita che abbiam fatta del nostro Monsig. Fontanini, amico mio da 40. e più anni" (BnM, Ms. It. X, 3 (=6949); Zeno 1785, vol. 5, lettre n° 929, p. 215-216; Tomassoni 2021).

References

  1. ^  Mezzabarba Birago, Francesco (1683). Imperatorum romanorum numismata a Pompeio magno ad Heraclium ab Adolfo Occo ne olim congesta, nunc augustorum iconibus, perpetuis historico / Chronologicis notis, plubribusque additamentis illustrata, et aucta. Mediolani: Ex Typographia Ludovici Montiae.
  2. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  3. ^  Tomassoni, Roberto (2021), La collezione numismatica di Apostolo Zeno, PhD, Venice.