Apostolo Zeno - Pier Caterino Zeno - 1721-1-4

From Fina Wiki
Revision as of 20:29, 8 December 2021 by RTomassoni (talk | contribs)
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)


Apostolo Zeno - Pier Caterino Zeno - 1721-1-4
FINA IDUnique ID of the page  6793
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Apostolo Zeno
RecipientRecipient of the correspondence. Pier Caterino Zeno
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . January 4, 1721
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Vienna 48° 12' 30.06" N, 16° 22' 21.00" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Enrico Noris, Gian Domenico Tiepolo, Girolamo Lioni, Antonio Magliabechi
LiteratureReference to literature. Zeno 1752, vol. 2, lettre n° 88, p. 179-1801, Zeno 1785, vol. 3, lettre n° 535, p. 226-2272, Tomassoni 20213
KeywordNumismatic Keywords  medals, coin weight, valens, coin price, medallions
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia https://archive.org/details/bub gb O TUkH7dxeAC/page/n229/mode/2up
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

Lettre du 4 janvier 1721 (de Vienne): "Anch’io tengo la medaglia del Magliabechi. Ha nel rovescio il motto : Scire nostrum reminisci. Ve n’ha però un’altra con altro motto. Avvisatemi, qual sia l’acquistata novellamente da voi. Se si potesse avere quella del celebre Card. Noris, mi sarebbe carissima. A proposito di medaglie, ho fatto ultimamente acquisto di un bellissimo e singolar medaglione in oro, del peso di 10. ungheri, d’ottima conservazione, e non ancora veduto, nè registrato dagli antiquari. Da una parte ha la testa dell’Imperatore Valente, che tiene in mano un globo, su cui sta una vittoria in atto di porgere a lui una corona di alloro. La leggenda è D.N. VALENS. MAX. AVGVSTVS. Dall’altra vi è la figura dell’Imperatore col diadema, stante sopra un carro fatto a foggia di pulpito tirato da sei cavalli, e all’uno e all’altro lato due vittorie in aria con in mano per ciascheduna una corona di alloro, e all’intorno : D. N. VALENS. VICTOR. SEMPER. AVGVSTVS. Nel basso della medaglia v’ha il modio, ed altre coserelle con due lettere iniziali del nome forse e cognome del monetario. Questo medaglione vien qui valutato più di 100. ungheri dalle persone intendenti ; e può essere che alla stima ne succeda un giorno la vendita. Se avete occasione di parlarne con S. E. Tiepolo, e col Cav. Lioni, comunicategliene la notizia" (Zeno 1752, vol. 2, lettre n° 88, p. 179-180; Zeno 1785, vol. 3, lettre n° 535, p. 226-227; Tomassoni 2021).

References

  1. ^  Zeno, Apostolo (1752), Lettere di Apostolo Zeno, Cittadino Veneziano, Istorico e Poeta Cesareo, prima edizione, 3 volumi, Venice.
  2. ^  Zeno, Apostolo. 1785. Lettere di Apostolo Zeno cittadino veneziano istorico e poeta cesareo nelle quali si contengono molte notizie attenenti all’istoria letteraria de’ suoi tempi, e si ragiona di libri, d’iscrizioni, di medaglie, e d’ogni genere d’erudita antichità. Seconda edizione in cui le lettere già stampate si emendano, e molte inedite se ne pubblicano [edited by Jacopo Morelli]. 6 vols. Venice: Francesco Sansoni.
  3. ^  Tomassoni, Roberto (2021), La collezione numismatica di Apostolo Zeno, PhD, Venice.