Enrico Noris - Raffaele Fabretti - 1688-9-7

From Fina Wiki
Revision as of 06:43, 30 March 2021 by FDeCallatay (talk | contribs)
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)


Enrico Noris - Raffaele Fabretti - 1688-9-7
FINA IDUnique ID of the page  11073
InstitutionName of Institution.
InventoryInventory number.
AuthorAuthor of the document. Enrico Noris
RecipientRecipient of the correspondence. Raffaele Fabretti
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . September 7, 1688
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Florence 43° 46' 11.53" N, 11° 15' 20.09" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Claude Nicaise, Charles du Fresne, Jacob Spon, Andreas Morell, Ezechiel Spanheim, Jean Foy-Vaillant
LiteratureReference to literature. Spanheim 16711, Noris 16912, Foy-Vaillant 17013, Noris 1741, lettre CLXII, col. 3244
KeywordNumismatic Keywords  eras, egypt, chronology, bastille, prison, drawing, book, ptolemies, greek, letter l
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 7 septembre 1788 (de Florence) : « Mi scrive di Parigi l'Abate Nicasio con molta lode del Lessico Grecobarbaro del Sig. Ducange. Mi dice, che ivi tratta de Neocoris, & de Epochi, urbium, che prova, che la L. nelle medaglie Greche non vuol dire Λυκαβαντος, ma non mi avvida cosa esprima conforme la sua opinione. Come io la veggo nelle medaglie d'Egitto, così ho stimato, che significhi un di quei segni geroglifici, co quali gli Egizi significassero l'anno; sebbene lo Spon sec. X. Miscell. num. 1. pone un'antica iscrizione d'Atene, ove si vede la lettera majuscola L. invece del lamda Λ; che contende essere lettera introdotta dopo L. Monsù Morel mi scrive un viglietto dalla Bastiglia, ove dee star rinchiuso sino che terminerà i disegni delle medaglie del Re; imperciocchè negli scrigni di dette medaglie sopra ogni tavoletta sta al disopra della medaglia un foglio co'disegni di Monsù Morel di tutte le medaglie di detta tavolétta. Lo Spanemio vuole stampare de Diis gentium, de sacri, populorum, de re vestiaria &c. e ciò per via di medaglie, e ristamperà il libro de Usu & prastantia numismatum con giunte copiosissime Monsù Vaillant mi scrive, che ora compone la storia de Tolomei d'Egitto » (Noris 1741, lettre CLXII, col. 324).

References

  1. ^  Spanheim, Ezechiel (1671). Dissertationes de praestantia et usu numismatum antiquorum, editio secunda, priori longe auctior et variorum numismatum iconibus illustrata. 2 vol. Amstelodami: Apud Danielem Elsevirium.
  2. ^  Noris, Enrico (1691), Annus et epochae syromacedonum: expositae in vetustis urbium Syriae nummis praesertim Mediceis expositae, Florence
  3. ^  Foy-Vaillant, Jean (1701), Historia Ptolemæorum Ægypti regum, ad fidem numismatum accommodata, Apud G. Gallet, Praefectum Typographiae Hughetanorum, Amsterdam.
  4. ^  Noris, Enrico (1741), Istoria delle investiture delle dignità ecclesiastiche, scritta dal padre Enrico Noris poi cardinale di santachiesa contra Luigi Maimburgo con dugento, e quatro lettere parimente non più stampate del medesimo autore in materie erudite, in Id., Opera Omnia, V, Mantova: A spese di Gio. Alberto Tumarmani.