Francesco de' Ficoroni - Antonio Francesco Gori - 1739-10-17

From Fina Wiki
Revision as of 09:16, 13 October 2020 by DWilliams (talk | contribs) (Text replacement - "Marsigli" to "Marsili")
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)


Francesco de' Ficoroni - Antonio Francesco Gori - 1739-10-17
FINA IDUnique ID of the page  5244
InstitutionName of Institution. Florence, Biblioteca Marucelliana
InventoryInventory number. BVII, 11, f° 168r-169v
AuthorAuthor of the document. Francesco de' Ficoroni
RecipientRecipient of the correspondence. Antonio Francesco Gori
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . October 17, 1739
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Rome 41° 53' 41.28" N, 12° 29' 7.22" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Charles Frederick
LiteratureReference to literature.
KeywordNumismatic Keywords  antinous, price, greek, medallions
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 17 octobre 1739 (de Rome): “Dal Sig.r Cav.re Carlo Frederich ho ricevuto lettera da Marsilia; onde spero che la mia scatoletta col tempo lo seguiterà, e giungerà nelle di lei mano avendogli Io risposto in q.o ord.o per Parigi = che Walters Barquier. Anche da Mylord Carlisle ho ricevuto lettera da Lione dicendomi non aver potuto proseguire il viaggio a causa di dissenteria del suo figlio, ma trovandosi meglio sperava fra un mese di trovarsi a Londra; In risposta gli ho scritto d’aver mandato a VS. Ill.ma il disegno dell’Urnetta della famiglia Vigellia da me donatagli con altre per favori compartitimi, e che sta facendo porla nel rame per farvi una dissertazione diretta al suo gran merito. Se pertanto VS. Ill.ma l’eseguirà non ho dubio di buona riconoscenza, essendo ricchissimo, e generoso, e Intendente, tutte cose, che non han altri personaggi. Mi chiamava Maestro, ed Io mi dicevo suo scolare, perché così veramente è, 24 anni sono gli feci è vero da Maestro nel spiegargli delle cose antiche, ma in questo suo ritorno, mi son trovato suo scolare; Lei dunque lo encomii che così merita a detto di tutti della sua Nazione.” PS “I medaglioni d'Antinoo, sono più communi che le medaglie greche mezzane, e il notatomi valerà scudi 12 in circa, e secondo la conservazione”(Firenze, Biblioteca Marucelliana, BVII, 11, f° 168r-169v – online).