Francesco de' Ficoroni - Antonio Francesco Gori - 1741-5-6

From Fina Wiki
Revision as of 00:39, 8 November 2019 by FDeCallatay (talk | contribs) (Created page with "{{Correspondence |Institution=Florence, Biblioteca Marucelliana |Inventory=BVII, 11, f° 204r-v |Author=Francesco de' Ficoroni |Recipient=Antonio Francesco Gori |Correspondenc...")
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)


Francesco de' Ficoroni - Antonio Francesco Gori - 1741-5-6
FINA IDUnique ID of the page  5259
InstitutionName of Institution. Florence, Biblioteca Marucelliana
InventoryInventory number. BVII, 11, f° 204r-v
AuthorAuthor of the document. Francesco de' Ficoroni
RecipientRecipient of the correspondence. Antonio Francesco Gori
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . May 6, 1741
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Rome 41° 53' 41.28" N, 12° 29' 7.22" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Giovanni Gaetano Bottari, Francesco Enrico Grassi
LiteratureReference to literature. Ficoroni 17401
KeywordNumismatic Keywords  book, lead tokens, exchange
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 6 mai 1741 (de Rome): “Sarà certamente favore sopra a favore lo scrivere a Monsig.r Ill.mo Bottari mio Padrone con accennargli di non aver mai veduto, né anche in stampa sigilli descritti di terra fine dell’Asia, e di piombi de primi Impp. Etc., e che stima esser proprii serbarsi nell’Archivio della Biblioteca Vaticana, poiché essendovi medaglie, e medaglioni, che pur si trovano ne musei; Questi piombi sono singolari [c. 204 v.] tanto più che detta Biblioteca ha l’entrate per comprare; né Nro Sig.re ha occasione di spendere, tanto più, che procura di rimettere lo stato della Camera in essere ed Io non vorrei che questi miei sigilli acquistati in tanti anni facesser la mala fine e il vendergli, mi sarebbero di sollievo per tirare avanti un’altra mia opera. In q.o ord.o mi rescrive il mio Amico di Napoli d’aver consegnato una cesta de vasi Etruschi a Padrone Gioacchino Rossi, onde in breve spero di servire VS. Ill.ma non mi domanda prezzo, ma medaglie e antiche, e rifatte, che incise se ne ritrovasse alcune e a VS. Ill.ma fò um.mi inchini.” (Firenze, Biblioteca Marucelliana, BVII, 11, f° 204r-v – online).

References

  1. ^  Ficoroni, Francesco de' (1740), I piombi antichi, nella stamperia di Girolamo Mainardi, Rome.