Giovanni de Lazara - Enrico Noris - 1680-2-11

From Fina Wiki
Revision as of 15:17, 18 April 2020 by FDeCallatay (talk | contribs) (Created page with "{{Correspondence |Institution=Lendinara, Archivio Storico e Biblioteca Comunale |Inventory=Archivio de Lazara, A 5-1-10 fasc. 5 |Author=Giovanni de Lazara |Recipient=Enrico No...")
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)


Giovanni de Lazara - Enrico Noris - 1680-2-11
FINA IDUnique ID of the page  7616
InstitutionName of Institution. Lendinara, Archivio Storico e Biblioteca Comunale
InventoryInventory number. Archivio de Lazara, A 5-1-10 fasc. 5
AuthorAuthor of the document. Giovanni de Lazara
RecipientRecipient of the correspondence. Enrico Noris
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . February 11, 1680
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Padua 45° 24' 27.79" N, 11° 52' 24.42" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Francesco Angeloni, Hubert Goltzius, Fulvio Orsini, Charles Patin
LiteratureReference to literature. Orsini 15771, Angeloni 16412, Patin 16633, Casarotto 2014, p. 111, note 6104
KeywordNumismatic Keywords  caesar, drawing, roman, roman provincial, rarity
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 11 février 1680 (de Padoue): “Dopo la morte del Sig. Co: mio Padre son restato così aggravato da disturbi che non prima d'hora ho avuto campo di far aprir il studio delle medaglie, compatisca però la [?] Nel servirla seguirà contro la volontà, che fù e serva Sempre disposta con prontezza di suoi comandi. Avrà qui ingionto il disegno di Caio Cesare in medaglie latina e Greca - di Lucio cesare parimente in medaglia latina e greca. Et dell'uno e l'altro uniti senza lettere in medaglia col numero VIIII in detto mio studio n'ho un'altra, che è stampata nell'Angeloni, ma è meno rara delle cinque sopradette che per servirla sono rarissime. Le due medaglie de i Triumviri Monetari C. Sestio Saturnino e Sesto Elio Cato, gionti dal Goltzio non l'hò, ma ben di detto Saturnino ho la medaglia d'argento che seconda in ordine nella gente Sentia può vedere nell'Orsino accresciuto dal Sig. Patino à fogli 254. Mi sarà di contento la notizia che gli siano capitate quattro mie e l'honore che alcuna di queste mie medaglia sia compresa nell'accennato suo libro, e resto » (Lendarina, Biblioteca comunale Gaetano Beccari, Archivio de Lazara, A 5-1-10 fasc. 5 ; Casarotto 2014, p. 111, note 610).

References

  1. ^  Orsini, F. (1577), Familiae romanae quae reperiuntur in antiquis numismatibus ab Vrbe condita ad tempora divi Augusti ex Bibliotheca Fulvi Vrsini, Adjunctis familiis III ex libro Antoni Augustini, ep. Llerdensis, Rome.
  2. ^  Angeloni, Francesco (1641), La Historia Augusta da Giulio Cesare insino a Costantino il Magno, illustrata con la verità delle Antiche Medaglie … Per Andrea Fei, Rome.
  3. ^  Patin, Charles (1663), Familiae Romanae in antiquis numismatibus, ab urbe condita ad tempora Divi Augusti ex bibliotheca Fulvii Ursini cum adjunctis Antonii Augustini, episc. Llerdensis, Jean du Bray, Pierre Variquet e Rober de Ninville, Paris.
  4. ^  Casarotto, Valentina (2014), Giovanni de Lazara (1621/1690) erudito e collezionista numismatico nella Padova del seicento, PhD, Padua.