Giovanni de Lazara - Johannes Wallermann - 1669-5-12

From Fina Wiki
Revision as of 16:21, 18 April 2020 by FDeCallatay (talk | contribs) (Created page with "{{Correspondence |Institution=Lendinara, Archivio Storico e Biblioteca Comunale |Inventory=Archivio di Lazara, A.5.1.10, fasc. 5 |Author=Giovanni de Lazara |Recipient=Johannes...")
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)


Giovanni de Lazara - Johannes Wallermann - 1669-5-12
FINA IDUnique ID of the page  7625
InstitutionName of Institution. Lendinara, Archivio Storico e Biblioteca Comunale
InventoryInventory number. Archivio di Lazara, A.5.1.10, fasc. 5
AuthorAuthor of the document. Giovanni de Lazara
RecipientRecipient of the correspondence. Johannes Wallermann
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . May 12, 1669
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Padua 45° 24' 27.79" N, 11° 52' 24.42" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Christina of Sweden
LiteratureReference to literature. Casarotto 2014, p. 97, note 5291
KeywordNumismatic Keywords  catalogue, roman, unpublished book
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 12 mai 1669 (de Padoue) : « Dalle gentilissime lettere di V. S. Ill.ma comprendo la memoria che tiene di me. Tutto che privo di merito; e ricevo gli suoi comandi in ordine al catalogo delle mie medaglie per servirne la Maestà della Regina di Svezia. Gli rendo grazie infinite dell’honore che mi fa e pregola compatirmi se fin da hora non hò eseguito l’obbligo mio, come restai incaricato quando ella d’incomodò di vedere il mio studio, perché il Co. Alessandro mio figliolo hà pensato di scriver a Sua Maestà col catalogo stesso, che però contenirà solamente il n. delle medaglie della Serie Imperatoria à soggetto per soggetto; non servendo il tempo di poter far di vantaggio per hora ed è ciò sotto il torchio per la stampa per esser subito inviato costì a quel fine di cerca la congiuntura d’alcuno, che venga a Roma per mandarne dieci o dodici libretti à sua maestà a drittura, e à V. S. Ill.ma alla quale bramo ogni maggior occasione di servitù professandomi incatenato da indissolubile osservanza con la sua Humanità e resto » (Lendinara, Archivio Storico e Biblioteca Comunale, Archivio di Lazara, A.5.1.10, fasc. 5; Casarotto 2014, p. 97, note 529).

References

  1. ^  Casarotto, Valentina (2014), Giovanni de Lazara (1621/1690) erudito e collezionista numismatico nella Padova del seicento, PhD, Padua.