The FINA wiki is currently being maintained. You can safely read all content, but please don't edit anything here!

Giuseppe Bencivenni Pelli - Angelo Tavanti - 1775-9-9

From Fina Wiki
Revision as of 10:50, 16 June 2020 by DWilliams (talk | contribs)
(diff) ← Older revision | Latest revision (diff) | Newer revision → (diff)


Giuseppe Bencivenni Pelli - Angelo Tavanti - 1775-9-9
FINA IDUnique ID of the page  7016
InstitutionName of Institution. Florence, Archivio di Stato
InventoryInventory number. Miscellanea di Finanze A 323
AuthorAuthor of the document. Giuseppe Bencivenni Pelli
RecipientRecipient of the correspondence. Angelo Tavanti
Correspondence dateDate when the correspondence was written: day - month - year . September 9, 1775
PlacePlace of publication of the book, composition of the document or institution. Florence 43° 46' 11.53" N, 11° 15' 20.09" E
Associated personsNames of Persons who are mentioned in the annotation. Raimondo Cocchi
LiteratureReference to literature. Fileti Mazza - Tomasello 2000, p. 441, note 81
KeywordNumismatic Keywords  florence, collection classification, coin cabinet
LanguageLanguage of the correspondence Italian
LinkLink to external information, e.g. Wikpedia
Map
Loading map...
Grand documentOriginal passage from the "Grand document".

-Lettre du 9 septembre 1775 (de Florence) : «Ho trovato che in questo R. Gabinetto tutte le medaglie moderne, non tanto di rame che d'argento ed oro, sono confuse ed ammassate, non eccettuando neppure le pontificie, delle quali il signor Raimondo Cocchi ne compilò la descrizione nel 1761 per mandarsi a Vienna. Motivo di ciò, è stata la nuova distribuzione che fu data alle medaglie antiche, la ricca quantità di medaglie moderne acquistate da S.A.R. specialmente dagl'Orsini nel 1774 e passate qui dalla Palatina, e la mancanza di stipi adattati al numero e alla grandezza delle medesime. In questo stato, tali medaglie non possono restare senza essere inutili e senza rimaner sepolte alla vista dei forestieri e dei dilettanti. Perciò vengo umilmente a pregare V.E. che si compiaccia impetrare da S.A.R. gli ordini occorrenti per la R. Guardaroba, acciò mi somministri un mobile sull'idea che gli darò a suo tempo, per riporre il detto genere di medaglie. Io penso, per ora, che questo potesse essere un banco di sei ο sette braccia, in due pezzi, impiallacciato di legno di qualche stima, da stare nel mezzo della stanza nuova delle medaglie, con delle cassette ο tiratoi d'ambe le parti, nei quali collocherei ordinate e classate, dette medaglie. Manca il luogo per dei nuovi stipi simili a quelli che sono al muro in detta stanza, e i medesimi sono di una forma poco adattata a racchiudere pezzi di metallo di qualche mole, ed assai più propri per le medaglie antiche e per le monete moderne, che già contengono» (Florence, Archivio di Stato, Miscellanea di Finanze A 323; Fileti Mazza – Tomasello 2000, p. 441, note 8).

References

  1. ^  Fileti Mazza, Miriam and Bruna Tomasello (2000), "Giuseppe Bencivenni Pelli: esercizi di numismatica nella Real Galleria", Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa. Classe di Lettere e Filosofia, IV, 5/2, p. 439-473.